Primo piano

Manovra: Colaninno, ora difendono 80 euro ma non hanno soldi

09 Agosto 2018


"La maggioranza di governo appare in totale confusione ed è costretta a quotidiane retromarce sul terreno della politica economica e smentite di aumenti delle tasse. Oggi è il turno degli 80 euro, una misura varata dal governo Renzi che ha consentito a dieci milioni di italiani di beneficiare di mille euro in più ogni anno. Insieme allo sgravio IRAP sulla componente lavoro, alla decontribuzione sulle assunzioni, al taglio dell'aliquota Ires sugli utili di esercizio delle imprese e al programma Industria 4.0, gli 80 euro hanno contribuito alla ripresa economica del nostro paese dopo gli anni di crisi e di recessione. Lega e 5 stelle hanno, invece, conquistato consensi alle ultime elezioni, sulla base di promesse del tutto insostenibili sul piano economico-finanziario. Dove troveranno le risorse necessarie? Ora i nodi cominciano a venire al pettine e vedremo se prevarrà il realismo e la prudenza del ministro Tria o la propaganda continua della maggioranza. Intanto, dopo l'impennata dei mesi scorsi, lo spread non accenna a diminuire: un problema in più per il bilancio dello Stato e miliardi di euro in meno per le tasche dei cittadini". Lo dichiara il Deputato del Partito democratico Matteo Colaninno.
TV e Radio
Tg2
18 Febbraio 2019
Non è l'arena (La7)
17 Febbraio 2019
Stasera Italia (Rete 4)
14 Febbraio 2019
Gr1
14 Febbraio 2019
Tagadà (La7)
10 Febbraio 2019
Agorà (Rai 3)
01 Febbraio 2019
Tg1
19 Gennaio 2019
Tg5
19 Gennaio 2019
Tgcom24
08 Gennaio 2019
Stasera Italia (Rete 4)
08 Gennaio 2019